Warning: file_get_contents(http://www.prelovac.com/deploy.csv): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 403 Forbidden in /home/openstream/webapps/wp_molven/wp-content/plugins/wp-quick-deploy/wp-quick-deploy.class.php on line 437

Warning: session_start(): Cannot send session cookie - headers already sent by (output started at /home/openstream/webapps/wp_molven/wp-content/plugins/wp-quick-deploy/wp-quick-deploy.class.php:437) in /home/openstream/webapps/wp_molven/wp-content/themes/molvenMinimal/header.php on line 2

Warning: session_start(): Cannot send session cache limiter - headers already sent (output started at /home/openstream/webapps/wp_molven/wp-content/plugins/wp-quick-deploy/wp-quick-deploy.class.php:437) in /home/openstream/webapps/wp_molven/wp-content/themes/molvenMinimal/header.php on line 2
network EP (Lav58) - molven
mario marino: il suono dentro l'immaginario elettronico
background

network EP (Lav58)

networkEP31.12.2013: Nuova release Molven per l’etichetta di riferimento, Laverna.net.

Da una base grigia di suono dilatato, tra droni, porzioni audio in loop e ripetizioni ritmiche, escono lampi di luce, bagliori, incandescenze.
Arpeggi con elementi random (in “scambi” il suono di piano nella fasi iniziali segue un andamento parzialmente random andando poi a ricomporsi nella seconda parte della traccia) si combinano con matrici deep-bass pulsanti dal profondo di uno spazio quasi scavato sottoterra, ma che spinge in qualche modo verso l’alto, verso un altrove, verso qualcosa che non esiste ancora..

Molven – layers
Sul piano tecnico vi è un massiccio uso di filtri nei synth, nonché di echi e riverberi combinati in timeline, elementi random nella creazione delle scale e degli arpeggi che definiscono la componente stilistica cosiddetta IDM e creano un leggero effetto di “spaesamento”. I suoni “drone” sono generati da una mia configurazione del synth virtuale di Ableton Live (Operator).

Rispetto ai lavori precedenti il suono ha maturato la componente ipnotica e gli spazi sonori, attraverso l’uso di echi e riverberi, si sono dilatati allargandosi verso nuovi orizzonti, raggiungendo una tappa di un lungo percorso che porterà il suono molven su territori sempre più rarefatti in cui ritmica a suoni risulteranno quasi indistinguibili e tenderanno  a convergere verso un’unica amalgama sonora.

vai alla release su Laverna.net